mercoledì 31 ottobre 2012

Anticipi d'Inverno...

Come sarà questa stagione che sta per arrivare?
Bhè se mi chiedete del clima sono affidabile come le statuine cambiacolore ma se invece siete curiose di sapere come sarà lo stile che vorremo dare alla nostra collezione allora non posso che riassumerlo in tre parole: zucchero filato, magia e miracoli.

Bhè lo so che a trovare un filo logico che accomuna questi tre sostantivi ci vuole fantasia ma All White E' fantasia.
Lo zucchero filato mi ha dato il colore che voglio nella mia casa per la prossima stagione fredda, dunque ho cercato a Parigi il giusto punto di Rosa. E' difficile trovare un colore quando in realtà è solo un immagine leggera, un idea, un' impressione che devi concretizzare. E' un po' come trovare le parole per descrivere un'emozione, non saranno mai abbastanza per rendere esattamente quello che stai provando.
Però alla fine ce l'ho fatta.
Ho trovato il mio rosa dalla signora Sonia, Lavora il lino tra Francia e Portogallo e lo trasforma in deliziose Housse de Couette e cuscini preziosi. Una strana signora piuttosto. Basti sapere che produce uno dei copri piumini più belli che abbia visto negli ultimi anni e che quando le ho chiesto di mandarmene un po' mi ha guardata di traverso ed ha cominciato a dissuadermi nel comprarli e nemmeno molto velatamente … dirottandomi su modelli molto più semplici.
Davanti alla mia insistenza ha ceduto con la faccia di chi regala malvolentieri una creazione che credeva di fare solo in un unico pezzo per dimostrare la propria abilità e nient'altro. La signora era talmente onesta e semplice che pensava che un 20% in più avrebbe fatto desistere chiunque dall'acquistare quella meraviglia che non voleva cedere.
Il risultato è che ho portato a casa non solo uno straordinario completo da letto (anche se ahimè in pochi esemplari) ma il mio Rosa.
Si chiama Shamalo. E il già pronunciarlo mi fa capire che è proprio il colore del mio Inverno, quello dello zucchero filato di una volta.

I miracoli, eh…chi non ne avrebbe bisogno di uno ogni tanto?
Bhè di certo in questo periodo sarebbe il sistema economico mondiale a reclamarne uno ma ahimè la vedo dura.
Ormai sono diversi anni che chiudo la mia lettera di ringraziamento post natalizia con un pensiero alle grandi difficoltà che molti stanno affrontando ma mai come questa volta anche nel nostro magico Trentino vediamo gli effetti della crisi economica da vicino.
Il mio è fortunatamente un settore che meno sta patendo ma posso vedere ogni giorno piccoli e grandi problemi attorno a me.
I miracoli dunque perché sia un anno aiutato da mano divina, perché chi ne ha bisogno possa ricevere un aiuto in qualunque cosa si senta d'avere necessità.
Perché i miracoli fanno parte della storia, sono misteriosi, e rappresentano bene lo spirito della nostra gente. La speranza. La fiducia. La fede in qualche cosa, sia essa appartenente alla religione (qualunque sia) che alla ben più pragmatica realtà.
"Speriamo in un miracolo" ormai significa tante cose e non è più legato solo al divino ma alla fortuna, all'imponderabile, alla speranza che quando non possiamo cambiare qualcosa da soli ci sia qualcuno che ci da una mano.
Dunque prima di scegliere questa parola e di conseguenza la linea che la accompagnerà ho riflettuto bene per cercare un motivo che avesse potuto offendere qualche sensibilità.
Credo di aver fatto una buona scelta e dunque la porterò avanti. L'ho fatta pensando alla religione come un movimento di coscienze univoco senza pari, non pensando al dogma ma a come ci siano idee che possano tener unite le speranze e come la fiducia in qualcosa sia potente e possa trascinare intere ere in una direzione o in un altra.
Ho pensato all'aspetto bello della religione, a quello storico, a quello che ci ha regalato le più belle opere d'arte della storia dell'umanità tutte (o quasi) ispirate da una speranza o un'adorazione del divino, o della natura (che poi è la stessa cosa).
Ho pensato che per questo se non per altro dovrei ringraziare la devozione dei popoli per aver creato per esempio S. Maria Novella, la piccola La chapelle, il cristo morto del Mantegna… perché c'è bisogno della speranza in qualcosa per potersi migliorare. Dunque le mie collezioni dei miracoli sono questo. Simboli. Perché si può superare qualsiasi cosa credendo sia possibile, sperando, avendo fede. In qualunque cosa ci sia d'aiuto. Io ho preso il simbolo più potente della storia. E che miracolo. sia.

La magia accompagna da anni le mie collezioni supprotata dalla meraviglia.
Quest'anno più degli altri ho ricercato la magia nella natura e quale miglior posto dei freddi boschi del nord per reclamare sortilegi ancestrali che risvegliano folletti e abitanti magici delle foreste?
In fondo se pensiamo ad un immagine suggestiva del Natale non possiamo non pensare ai piccoli paesi medievali tedeschi sommersi da montagne di neve, alle candele accese davanti alle finestre della tradizione del Benelux o alle leggende degli paesi scandinavi, al Babbo Natale lappone.
Natale è ovunque ci sia amore, non importa il luogo ma alcune immagini hanno il potere di risvegliarne il ricordo, il sapore, l'atmosfera. E' questo quello che ho voluto cercare di fare; trovare oggetti, tessuti, scorci che possano riscaldare i cuori di questo anno complicato per potervi restituire un immagine che risvegli le cose buone che ci sono rimaste e che renderanno magica anche questa stagione faticosa ed allora la magia dei ricordi verrà stuzzicata da oggetti cercati apposta per scaldare il cuore e rendere Natale quel periodo straordinario che ci riempie l'anima di sensazioni intense, perché non é sempre vero che si comincia ad addobbare le vetrine presto per trasformare una festa sacra in lucro, si può fare perché quando le giornate s'accorciano e arriva il freddo si ha voglia di trasformare casa in modo da rendere piacevole il lungo periodo che ci aspetta senza fiori, giardini, sole caldo sulla faccia. Per me gli addobbi non sono riservati al Natale, ma all'Inverno.
Per me il 25 dicembre é anche  l'occasione di fare un dono per ringraziare chi per un intero anno mi è stato vicino, per fare sapere a chi ho accanto che gli voglio bene. Adoro questo periodo dell'anno e spero si veda dal mio personalissimo Natale All White, dolce, magico e miracoloso!

Prevendita 3 Novembre...non dimenticate...

Bacio

Nessun commento:

Posta un commento

Pin It button on image hover