mercoledì 3 settembre 2014

Torno e vi presento il Chippy Look

Rieccomi, dopo una lunga lunghissima assenza torno da voi anche sul blog :)
Mi è mancato scrivere ma si sono successi una serie di eventi che sembrava non voler finire mai, nuovi progetti, cose belle capitate, cambi improvvisi di programma, tantissimi nuovi arrivi e ancor più nuovi ordini.
Per la prima volta in tanti anni sono riuscita a concludere la collezione natalizia prima di Parigi, bella bella bella, tanto speciale che vorrei allestire il Natale in negozio già da domani.
Sarà un bianco spettacolo, se possibile ancor più degli anni precedenti. Sto pensando ad una nuova scenografia e non avete idea di quali splendide piccole aziende abbia scovato per voi da affiancare ai nostri storici marchi provenienti dal tutto il mondo.
Ma oggi siamo qui per un post Chippy o no? :)
Dunque che Chippy sia.


Me lo chiedete da tanto e vi ho promesso che avrei fatto dei tutorial e ho mantenuta la promessa ma...ma...faranno parte di un nuovo importante progetto che vi presenterò tra qualche mese, un lavoro titanico ma che spero vi piacerà, per questo non ve li ho potuti mettere qui prima, questa volta utilizzerò le splendide immagini delle mie ben più collaudate colleghe MMS :)

AW®

Torniamo al tema, il look Chippy è una tendenza che in Europa e nel mondo sta affiancando il più comune Shabby Chic. Tutto è sempre in evoluzione e tutto torna e questa volta sta toccando a quello stile vissuto, trasandato e con un sapore di "appena tolto dal fienile" che tanto adoriamo.
Qual'è la differenza con lo Shabby? Bhè diciamo che è meno Chic :) 


In questi ultimi anni l'evoluzione dello Shabby si è divisa in due filoni, quello che ha seguito lo spirito originale, uno stile pulito che mirava a utilizzare o riprodurre oggetti consumati dal tempo e ricchi di storia, una storia semplice e povera che potrebbe accompagnarsi a quello che in Italia è stata appunto il periodo del recupero dei mobili così detti in "arte povera" che tanto si trovavano nel mio amato Trentino ma che si potevano riconoscere anche in tutti i recuperi di mobili in legno antecedenti agli anni '50. L'altro filone è degenerato nello Chic più che nello Shabby e dunque ha mantenuto come parte preponderante quella dell'opulenza di alcuni mobili anni 50 che spesso riproducevano altri mobili originali di fine '800.
Io amo ovviamente il primo filone e il suo nuovo alleato, il Chippy appunto, più difficilmente riproducibile ma a mio parere in questo momento assolutamente più attuale.
Lo Shabby crea un effetto "storico" più controllato e per ottenerlo sapete bene che ci vuole pazienza, carta abrasiva ma soprattutto un buon occhio per sapere dove togliere e dove no.




 Il Chippy invece è un vero effetto scrostato,  riproduce esattamente quello che gli agenti atmosferici ed il tempo farebbero ad un mobile dimenticato sotto alla tettoia di un vecchio fienile.
Il colore non si consuma sugli spigoli, non si assottiglia bensì si sfalda.
Cosa si può usare per ricreare l'effetto?  Solo le vernici alla caseina possono darlo e dunque è per questo ho deciso di importare la migliore, potevamo in Italia non avere la Milk Paint per stare al passo con il Chippy look? :)   
Ma ora dopo una lunga e noiosa premessa ecco solo alcuni esempi di questa nuova magnifica tecnica.












Come ottenerla? Qui vi spiego il procedimento aiutata anche dalle immagini di due siti che non potete non conoscere



Mescolate la polvere con acqua, io ne uso poca e la aggiungo un goccino alla volta, come per fare le omelette. Non raggiungo quasi mai la diluizione consigliata che è di 50 e 50, la tengo meno liquida. 


Mescolo super bene e la lascio riposare almeno mezzora sempre come doveste fare le deliziose crepes francesi, mi assicuro che sia perfettamente fluida e dipingo (utilizzate solo mobili già prima ben verniciati, non grezzi). 

Do due o tre mani e questo è quello che naturalmente succede durante l'asciugatura. Dove vuole lei e come vuole lei :)



A questo punto prendete una spatola o la carta abrasiva e togliete quello che viene via naturalmente ed il gioco è fatto. Ora va solo passata la cera o un altro protettivo (per esempio l'olio di canapa).

E qui ispirazioni dai blog di cui vi parlavo prima 







Meravigliosa anche se applicata sopra a vecchie vernici





Qualche trucco da provare per cercare di farla scrostare proprio dove volete voi? Asciugare con il phon oppure passare dell'olio di canapa o dello spray alla vaselina prima della Milk, non vi resta che sperimentare ragazze, sono certa vi divertirete quanto me :)



Ottenere l'effetto Chippy è solo uno dei mille modi per utilizzare la Milk, è magica come vi ho sempre detto e da la possibilità di mille pozioni differenti.

Per acquistare la Milk Paint in Italia potete andare ovviamente sul nostro sito 





8 commenti:

  1. Con queste immagini....e' chiarissimo l'effetto che fa la milk paint! Belle immagini!!! Ciao

    RispondiElimina
  2. Mi piace un sacco questo Chippy look <3 M piace che i mobili sembrano vissuti, usati, toccati da mille mani e generazioni! Sembra di vedere tracce di storie e di vite, mobili che passano dalla bis-nonna alla nipotina ...... MERAVIGLIOSO!

    RispondiElimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  4. E' meraviglioso! Da tempo provo a riprodurre questo effetto senza riuscirci... corro allo shop!

    RispondiElimina
  5. Bellissima questa tecnica ,non la conoscevo !!! Grazie ....prima o poi proverò!!!
    Piera

    RispondiElimina
  6. Posso usare la milk paint sopra la chalk? Grazie

    RispondiElimina
  7. Posso usare la milk paint sopra la chalk? Grazie

    RispondiElimina

Pin It button on image hover